Cosa cambia per la presentazione di pratiche edilizie - Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Sei in: Home  - Edilizia  - Novità normative  - Cosa cambia per la presentazione di pratiche edilizie  

Cosa cambia per la presentazione di pratiche edilizie

In seguito all'entrata in vigore di norme che hanno modificato il quadro normativo in materia edilizia, si forniscono alcune indicazioni e precisazioni in merito alla presentazione di pratiche presso lo Sportello Unico per le l'Edilizia e le Attività Produttive.

Attività edilizia libera

Dal 26 maggio 2010 con l'entrata  in vigore della Legge 73/2010, che apporta modifiche all'art. 6 del  Testo Unico per l'Edilizia DPR 380/2001, viene  modificata la disciplina attuativa dei titoli edilizi, in particolare una serie di attività, definite dall'articolo sopraccitato  modificato, vengono definite di edilizia libera e quindi non  soggette a titolo abilitativo edilizio ma a comunicazione.

Rientrano inoltre tra questi interventi, a titolo esemplificatico e non esaustivo, anche le opere di arredo e decoro ( es. casette e pergolati) e l'installazione di pannelli solari e fotovoltaici, purchè rispettino i limiti dettati dalla normive vigenti, peraltro già in parte assoggettate a semplice comunicazione.

Norme in materia di riduzione del rischio sismico

Dal 1° giugno 2010 sono pienamente applicabili le disposizioni della L.R. 19/2008.

Si ricorda che per tutte le opere che hanno rilevanza strutturale e quindi soggette all'istanza di autorizzazione o al deposito della pratica sismica (art. 12 e 13 della L.R. 19/2008), la stessa deve essere presentata contestualmente al titolo edilizio.In alternativa è possibile allegare al momento della presentazione del titolo edilizio la documentazione tecnica descritta nell'allegato D della Delibera di Giunta Regionale n. 121/2010, fermo restando che l'autorizzazione o il deposito dovranno essere efficaci prima dell'effettivo inizio dei lavori.

Per le opere prive di rilevanza ai fini della pubblica incolumità elencate nell'allegato A della D.G.R. n. 121/2010 alla pratica edilizia dovrà invece essere allegata la documentazione indicata al punto C.1 dell'allegato C della medesima delibera.Si ricorda che la delibera riporta un elenco di opere "tassativo" e pertanto per gli interventi riconducibili a tali ipotesi è obbligatoria la presentazione della documentazione come sopraindicata.

Autorizzazione paesaggistica semplificata

Il D.P.R. 139 del 9/07/2010 ha individuato quali sono gli interventi edilizi assoggettati al rilascio di autorizzazione paesaggistica semplificata. Tale procedimento comporta, oltre la riduzione dei tempi di rilascio (60 giorni invece di 105), la presentazione di una documentazione in forma semplificata da produrre in base ad uno scheda contenuta nel D.P.C.M. 12/12/2005.

 

Nella guida ai servizi sono descritte le modalità di presentazione delle suddette pratiche ed è possibile reperire la relativa modulistica.